.
Annunci online

  IPIA [ Giornalino Scolastico ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Sito ufficiale della scuola
Sito amatoriale della scuola
Il curatore di questo blog

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 maggio 2015

FINISCE L'ANNO SCOLASTICO 2014/2015

VETRINA DI FINE ANNO SCOLASTICO PER I RAGAZZIDEL PROFESSIONALE DALLA CHIESA

Sono due gli appuntamenti cui gli allievidell’istituto professionale Carlo Alberto Dalla Chiesa, in occasione del prossimo termine delleattività didattiche, invitano la cittadinanza.

Il corso Abbigliamento e Moda organizzeràl'ormai tradizionale sfilata di fine anno. La manifestazione si terrà nelpomeriggio di sabato 30 maggio, a partire dalle 17,30 alla passerellagalleggiante sul lago, di fronte al municipio di Omegna. Sfileranno le ragazzeiscritte alla scuola, presentando gli abiti realizzati durante le esercitazionisvolte nel corso dell'anno.

Gli allievi che frequentano il corso per tecnicodei servizi Socio Sanitari, in collaborazione con i ragazzi dell’istitutocomprensivo Edmondo De Amicis, presentano invece lo spettacolo ‘I classici inmusica’. L’appuntamento è per lunedì 1 giugno, alle 20,30 presso il teatro Sociale di Omegna.Porterà il suo contributo il noto artista Graziano Galatone, già interprete delpersonaggio di Capitano Febo nello spettacolo ‘Notre Dame de Paris’.

Le organizzatrici vogliono ringraziare tutticoloro che all’interno della scuola hanno contribuito alla buona riuscita deglieventi, a iniziare dalla preside, Chiara Barbé, l’Amministrazione comunale diOmegna – in particolare il sindaco e la Polizia Municipale- la Pro Locoed la fondazione Forum per il sostegno logistico prestato.




permalink | inviato da IPIA il 23/5/2015 alle 20:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 settembre 2011

Caro libri di testo? Un esempio da seguire...

 

"Book in progress". A Varese le scuole autoproducono i libri di testo
19 Settembre 2011

Didattica all'avanguardia ed economica grazie a libri di testo, scritti dai 300 docenti e stampati all'interno delle scuole

L'Assessore provinciale all'Istruzione di Varese Alessandro Bonfanti ha presenziato al Tosi di Busto Arsizio per la consegna dei "Book in progress": un progetto che prevede la realizzazione di libri di testo di elevato spessore scientifico e comunicativo, scritti dai 300 docenti della rete nazionale con capofila l'ITIS Majorana di Brindisi e stampati all'interno delle scuole.

Con tale iniziativa si migliora significativamente l'apprendimento degli allievi e, contemporaneamente, si fornisce una risposta concreta ai problemi economici delle famiglie e del caro libri.

Il piano editoriale del Book in Progress prevede la consegna dei libri di testo per le seguenti discipline: Italiano, Storia, Geografia, Scienze Integrate Chimica, Inglese, Scienze integrate Fisica, Diritto ed Economia, Matematica, Informatica, Tecnologia e Disegno, Scienze Naturali per le prime e seconde classi dei Licei, degli Istituti Tecnici e degli Istituti Professionali.

La struttura del Book in Progress, consente di variare, sulla base delle esigenze didattiche, formative e degli apprendimenti degli allievi, i contenuti da trasmettere e quindi si valorizza la funzione docente e si concretizza la personalizzazione degli interventi formativi. Altro elemento positivo, che tale iniziativa porta con se, è quello di consentire alle famiglie un risparmio di spesa sulla dotazione libraria di circa 300 euro rispetto ai tetti di spesa previsti dal Ministero.

Nell'ottica della promozione del successo formativo, si affiancano video-lezioni, ed assistenza online a favore degli alunni per consentire un più veloce recupero degli apprendimenti.

«Mi rendo conto degli sforzi che le scuole superiori stanno compiendo per rendere dinamica, scientificamente avanzata e anche maggiormente appetibile la didattica e nel contempo per contenere le spese che sia le istituzioni scolastiche, sia le famiglie devono affrontare per disporre di materiali didattici pienamente adeguati - ha dichiarato soddisfatto l'Assessore a Formazione professionale e Istruzioni Alessandro Bonfanti - . L'iniziativa del "Book in Progress"costituisce una forte innovazione, per obiettivi, metodo e contenuti rispetto agli interventi finora messi in campo, che consistevano essenzialmente nei tentativi di porre un tetto alla spesa per i libri scolastici - tetto che comunque per le scuole superiori ammonta a centinaia di euro per famiglia. I libri di testo di "Book in Progress" sono prodotto innovativo, con il vantaggio di migliorare l'apprendimento degli allievi fornendo loro 'dispense' redatte con la collaborazione dei loro stessi insegnanti. Nello stesso tempo rispondono concretamente ai problemi economici delle famiglie, cui vengono chiesti i puri costi di stampa. E' per questo che la Provincia di Varese sostiene con il proprio patrocinio questo progetto dell'ISIS "Enrico Tosi" di Busto Arsizio, avanguardia di questa lodevole iniziativa che valorizza la funzione docente e favorisce la personalizzazione degli interventi formativi».

Entusiasta anche Nadia Cattaneo, dirigente scolastico del Tosi intervenuta alla presentazione dell'iniziativa.

estratto da Book In Progress <http://www.bookinprogress.it/> tramite www.sophia.it

 




permalink | inviato da IPIA il 17/9/2011 alle 20:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 agosto 2011

LA FINE DI UN’EPOCA

 

1988… una vita. Il secolo scorso, in effetti.
L’istituto professionale cittadino era cresciuto, non ci stava più nella sede delle Quattro Strade, dove il comune lo aveva trasferito otto anni prima, togliendolo dai seminterrati – cantine, sarebbe il termine appropriato - delle medie di via De Amicis e assegnandogli anche l’edificio scolastico di Cireggio, proprio di fianco alla chiesa parrocchiale, per alloggiarvi le classi quarte e quinte appena istituite. Era arrivata anche l’autonomia dalla sede centrale di Novara - il vecchio, glorioso Bellini col cui nome la scuola omegnese è ancora oggi ricordata da tanti ex studenti – e, nel dicembre del 1985, l’intitolazione al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Ma gli studenti continuavano a crescere - in particolare quelli del corso Elettrici – tanto da obbligare le autorità a trovare una collocazione provvisoria, in attesa della realizzazione di un nuovo edificio.
Così, in quell’estate dell’88, maturò la decisione di trasferire sei delle quattordici classi di elettricisti nell’edificio del ‘San Giuseppe’, appena abbandonato dall’omonimo liceo linguistico privato. In tutta fretta si realizzarono i laboratori e le officine e nel settembre di quell’anno i corsi di qualifica presero regolarmente avvio a Crusinallo.
Vi rimasero sino all’estate del 1993 quando, completato il primo lotto del nuovo edificio alle spalle del Forum, area ex Pietra, tutto il corso Elettrici fu portato nel centro cittadino. Si pensava a una sistemazione definitiva, attendendo che la realizzazione del secondo lotto della nuova scuola, tra la Nigoglia e via Fratelli Di Dio, permettesse di sistemarvi anche i Meccanici. Le note - e mai del tutto chiarite - vicende urbanistiche dell’area Pietra impedirono però di completare la realizzazione e nel 1997 l’amministrazione comunale, messo in vendita l’edificio di via Tre Cascine, pensò di sistemare l’altra parte del professionale nuovamente a Crusinallo, questa volta nelle ex scuole elementari, le cui classi erano state nel frattempo spostate a Santa Rita. Ma le strutture del vecchio edificio di fine ‘800 non erano adatte a contenere le officine meccaniche con i loro ingombranti e pesanti macchinari, quindi toccò ancora di nuovo al corso Elettrici prendere ‘armi e bagagli’ e traslocare per la quarta volta, lasciando i locali del Forum ai colleghi e al neonato corso Abbigliamento e moda.
La parabola si chiude, forse, in questa estate 2011: a seguito dell’unificazione del professionale con l’istituto tecnico commerciale e della cosiddetta ‘razionalizzazione’ (sic) dei corsi i ‘nomadi’ elettricisti tornano al Forum, chissà se definitivamente…
Chi scrive questo pezzo – e ha vissuto in prima persona le vicissitudini sopra narrate – pur scendendo ogni giorno dalla Cort Cèra ha finito per affezionarsi a Crusinallo, tanto da sentirsi un po’ pantoflìn d’adozione e, in quella piazzetta alberata che stranamente non ha nome, ma che tutti qui chiamano la piazza dij scòol, a considerarsi quasi a casa propria. Per questo – anche a nome dei tanti colleghi e dei moltissimi ragazzi che in questi anni hanno ospitato – credo che ai crusinallesi vada un sentito, sonoro GRAZIE.
massimo m. bonini
 




permalink | inviato da IPIA il 22/8/2011 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 maggio 2011

ECDL studenti 1 - avviso ai naviganti

 

Corso ECDL studenti 1 (proff. Bonini e Malaguarnera): si ricorda che il modulo Database (MS Access) sarà tenuto dal prof. Bonini presso il laboratorio della succursale di Crusinallo in data 24/5, 31/5, 7/6 e 10/6 con orario 14,30 - 17,00; gli studenti iscritti (classi 2° e 3° IPIA) che non intendessero partecipare sono pregati di darne avviso al docente.




permalink | inviato da IPIA il 18/5/2011 alle 11:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 marzo 2011

Lunedì 14 marzo 2011, ore 17




permalink | inviato da IPIA il 6/3/2011 alle 18:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 febbraio 2011

Incontro sulle energie alternative

 

Lunedì 14 marzo si parlerà di risparmio energetico e produzione di energia da fonti alternative all’istituto superiore Dalla Chiesa – Spinelli. La scuola omegnese - che nel suo edificio del Forum ospita l’impianto fotovoltaico sperimentale voluto dalla provincia del Verbano Cusio Ossola – collabora da tempo con il Centro del Sole di Verbania, struttura realizzata e gestita dal circolo Verbano di Legambiente sempre con il sostegno dell’amministrazione provinciale.
Relatore dell’incontro, che si terrà alle 17 presso l’auditorium dell’istituto, in via Colombera, sarà la dottoressa Amelia Alberti, presidente di Legambiente Verbano. L’invito alla partecipazione è rivolto agli allievi e ai loro famigliari, al personale della scuola, ma anche all’intera cittadinanza.
 




permalink | inviato da IPIA il 27/2/2011 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 dicembre 2010

PATENTE EUROPEA PER IL COMPUTER

 

ECDL, European Computer Driving Licence, patente europea per il computer. E’ l’ultima proposta in fatto di offerta formativa lanciata dall’istituto d’istruzione superiore di Omegna, nato lo scorso settembre dalla fusione del professionale Dalla Chiesa con l’istituto tecnico PACLE Altiero Spinelli.
Sempre più spesso, dicono i responsabili del progetto, i neodiplomati si vedono richiedere, al momento dei colloqui di assunzione, questa certificazione che attesta il possesso delle conoscenze di base nel campo dell’informatica applicata, quelle conoscenze che ormai sono divenute indispensabili per lo svolgimento di qualunque lavoro che non sia puramente applicativo, soprattutto in campo tecnico. Si tratta di un’attestazione che viene acquisita su base volontaria e sino ad ora era necessario rivolgersi a istituti di Verbania, Novara o Domodossola per il suo conseguimento. L’istituto omegnese dispone di docenti ben preparati e possiede numerosi laboratori dotati di attrezzature all’avanguardia, tanto da essersi occupato anche nel recente passato della formazione informatica del personale di molte scuole della provincia, in collaborazione con l’ufficio scolastico regionale e con il Politecnico di Torino. E’ stato quindi un passo naturale quello di ottenere dall’AICA – associazione per l’informatica e il calcolo automatico – l’autorizzazione a divenire sede di esami per il conseguimento della patente europea.
Dal prossimo mese di gennaio, con la ripresa delle lezioni dopo le vacanze natalizie, verranno proposti agli allievi interni tre corsi di preparazione sui sette ‘filoni’ previsti dal cosiddetto Syllabus: conoscenze generali di hardware e software, sistema operativo, trattamento dei testi, foglio elettronico, archivi informatici, presentazioni multimediali, internet e posta elettronica. Al termine di ogni modulo – la partecipazione è gratuita e su base volontaria – gli allievi potranno sostenere il relativo esame e al termine dell’intero percorso, che potrà svilupparsi anche su più ani scolastici, entreranno in possesso della patente. Prossimamente si punterà poi alle certificazioni di livello superiore, indirizzate ad esempio alla progettazione assistita dal computer (CAD).
Ma il progetto dell’istituto è ben più ambizioso. L’intenzione è infatti quella di aprire le porte agli allievi delle altre scuole cittadine, al personale scolastico e alla cittadinanza in genere, mettendo a disposizione di chiunque lo desideri i mezzi e le competenze interni. A chi fosse interessato si consiglia di tener d’occhio il sito web della scuola, all’indirizzo www.ipiadallachiesa.it, o di contattare telefonicamente la segreteria al numero 0323 62902.




permalink | inviato da IPIA il 29/12/2010 alle 21:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 dicembre 2010

ALL’IPIA DALLA CHIESA UN SALTO DI QUALITA’

 

La riforma delle scuole superiori, insieme a quella dell’università, continua a far discutere studenti, famiglie e addetti ai lavori. All’istituto professionale cittadino il nuovo anno scolastico ha portato la sostituzione dei tradizionali corsi per elettricisti e per meccanici d’officina con un indefinito percorso per addetti alla manutenzione e all’assistenza tecnica. Un miscuglio di due precedenti indirizzi che, a giudizio degli insegnanti di settore, rischia di produrre figure provviste di competenze e conoscenze in entrambe i precedenti campi, ma di scarso contenuto e ridotte competenze operative, tanto da mettere in serio dubbio la possibilità di continuare a spendere proficuamente il relativo titolo di studio sul mercato del lavoro.
Per l’anno scolastico in corso si è cercato di porre rimedio a questa distorsione con un progetto sperimentale che permetterà di continuare a offrire agli allievi il corso di qualifica triennale e soprattutto di garantire la separazione dei due percorsi, con il mantenimento delle precedenti specializzazioni. Tutto ciò è possibile grazie alla presenza di alcuni insegnanti di lunga esperienza divenuti soprannumerari in conseguenza dei nuovi programmi, ma non è garantito che il progetto si possa reiterare negli anni successivi.
Per questo motivo la scuola – in virtù dell’essere divenuta nel frattempo istituto d’istruzione superiore con l’unificazione all’istituto commerciale – ha deciso nelle scorse settimane di chiedere il passaggio dei corsi elettrico e meccanico dall’istruzione professionale a quella tecnico industriale, con la possibilità quindi di diplomare periti industriali elettrotecnici e meccanici. Ciò permetterà di mantenere un alto livello dell’offerta formativa e soprattutto di sfruttare al meglio il consistente patrimonio di attrezzature, conoscenze e competenze che si è potuto accumulare nel corso degli oltre sessant’anni di attività. Nulla invece cambierà per i corsi abbigliamento e moda e socio sanitario, che continueranno a funzionare nell’ambito dell’istruzione professionale di stato e con percorsi quinquennali, visto che le qualifiche triennali dovranno passare alla competenza regionale.
La proposta formulata dal collegio dei docenti e dal consiglio d’istituto ha incontrato il favore dell’Amministrazione provinciale che ha fatto suo il progetto adottandone in pieno la filosofia. Al momento manca solo il placet della regione Piemonte, che viene dato comunque per scontato.
I due nuovi percorsi di studio verranno quindi offerti agli allievi a partire dalle classi prime del prossimo anno scolastico 2011 – 2012.
 




permalink | inviato da IPIA il 19/12/2010 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 novembre 2010

OPEN DAY 2010/2011

Le attuali tra sedi della scuola - Colombera ITC, Forum IPIA e Crusinallo IPIA - saranno aperte

sabato  11 dicembre 2010  dalle ore 9,30 alle 12
venerdì 21 gennaio   2011  dalle ore 18 alle 20

per consentire la visita agli allievi delle terze medie e alle loro famiglie.




permalink | inviato da IPIA il 14/11/2010 alle 9:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 ottobre 2010

Elezione del Consiglio d'Istituto

 Elezioni dei rappresentanti nel Consiglio di Istituto - sedi dei seggi

genitori degli allievi iscritti ai corsi professionali (elettrico, meccanico, moda, socio sanitario)
domenica 24 ottobre dalle ore 10 alle 12
lunedì 25 ottobre dalle ore 8 alle 13,30
presso la succursale Forum di via XI Settembre

genitori degli allievi iscritti ai corsi commerciali (AFM, IGEA, PACLE)
domenica 24 ottobre dalle ore 10 alle 12
lunedì 25 ottobre dalle ore 8 alle 13,30
presso la sede di via Colombera

docenti ITC
domenica 24 ottobre dalle ore 10 alle 12
lunedì 25 ottobre dalle ore 8 alle 13,30
presso la sede di via Colombera

docenti IPIA
domenica 24 ottobre dalle ore 10 alle 12
lunedì 25 ottobre dalle ore 8 alle 13,30
presso la succursale Forum di via XI Settembre

personale ATA (tutti)
domenica 24 ottobre dalle ore 10 alle 12
lunedì 25 ottobre dalle ore 8 alle 13,30
presso la sede di via Colombera

gli studenti voteranno nella mattinata di lunedì 25 ottobre presso i plessi rispettivamente frequentati





permalink | inviato da IPIA il 22/10/2010 alle 11:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre       

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO

PER L'INDUSTRIA E L'ARTIGIANATO

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA

via XI Settembre, 3/5

28887 Omegna (VB)

Corsi:

ABBIGLIAMENTO E MODA

ELETTRICO - ELETTRONICO

MECCANICO

 

Sede succursale corsi Elettrici

p.zza Scuole, 1 - loc. Crusinallo

28882 Omegna (VB)

telef. e fax  0323641445

dallachiesa@alice.it
 

 

IPIA on Facebook